Val d’Orcia, la Toscana dei tuoi sogni

“La campagna toscana è stata costruita come un’opera d’arte da un popolo raffinato, quello stesso che ordinava nel ‘400 ai suoi pittori dipinti ed affreschi: è questa la caratteristica, il tratto principale calato nel corso dei secoli nel disegno dei campi, nell’architettura delle case toscane. È incredibile come questa gente si sia costruita i suoi paesaggi rurali come se non avesse altra preoccupazione che la bellezza”.

Henri Desplanques

Vivere la Val d’Orcia è un’esperienza unica ed indimenticabile! Il paesaggio della Val d’Orcia, attraversato dal fiume Orcia dal quale prende il nome, inizia alle pendici del Monte Amiata e si estende fino alle Terre di Siena. La natura, ancora incontaminata e bellissima, è protagonista assoluta con colori sempre diversi in ogni stagione: in estate predominano il verde dei boschi e l’oro dei campi di grano, in autunno i colori caldi e avvolgenti del marrone, dell’arancione, dell’ocra e del vermiglio, in inverno il bianco candido della neve del Monte Amiata, in primavera la freschezza delle fioriture che riempiono le colline di un meraviglioso caleidoscopio di colori e aromi.
Il paesaggio della Val d’Orcia, oggi parco protetto e dal 2004 riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, ha ispirato molti pittori rinascimentali per le sue bellezze naturali, per i suoi viali di cipressi, per le distese di vigneti ed oliveti, per le colline sinuose dove si ergono agriturismi e casali isolati; per i suoi borghi antichi, castelli medievali, abbazie, paesini, ciascuno con la propria storia. Pienza, San Quirico d’Orcia, Radicofani, Montalcino, Castiglione d’Orcia “abitano” questa splendida valle che ogni anno attrae migliaia di turisti e innamorati che la scelgono per coronare il loro sogno d’amore, dal viaggio romantico alla celebrazione di un anniversario fino al matrimonio.

Photo credits: Thomas Harris

Pienza, conosciuta come la “Città Ideale”, è un vero gioiello rinascimentale progettato da Papa Pio II, famoso anche per lo splendido Palazzo Piccolomini; San Quirico d’Orcia borgo di origini etrusche, sorge lungo l’antica Via Francigena e affascina con la sua atmosfera medievale, gli scorci pittoreschi di pievi e le stradine lastricate, e le antiche mura quattrocentesche; Radicofani, che si erge su un colle a strapiombo sulla valle, è una delle più spettacolari fortezze toscane, nonché quella che fu per secoli una delle piazzeforti più importanti d’Italia; Montalcino, incantevole borgo medievale, quasi fiabesco, è circondato da una possente cinta muraria e dominato da un antico castello di autentica perfezione architettonica dal quale si gode un vero e proprio spettacolo della natura: un continuo susseguirsi di colline colorate qua e là da fiori gialli e rossi, antiche querce, possenti alberi d’olivo, strade di campagna che serpeggiano attraverso armoniosi filari di vigne e cipressi. Castiglion d’Orcia, arroccato su una collina dalla quale il paesaggio mozza letteralmente il fiato, non sa ammaliare solo grazie alle bellezze paesaggistiche, ma anche per le numerose opere di interesse artistico che si trovano nel cuore del paese. A est di Pienza, si trova Montepulciano, città rinascimentale assolutamente da non perdere, anche se non è nella Val d’Orcia.

Il tempo qui scorre ancora lentamente e l’atmosfera è quasi surreale e sospesa. Sono davvero pochi i luoghi capaci di incantare il turista tanto profondamente. È una terra che ha dato i natali ai più preziosi ed apprezzati vini italiani: il Brunello di Montalcino, il Rosso Orcia e altri vini rinomati con la denominazione DOCG, al pecorino di Pienza, alla carne di cinta senese… Altrettanto conosciute sono le terme presenti nei borghi di Bagno Vignoni e Bagni San Filippo le cui acque termali, di cui la Toscana del Sud è molto ricca, devono la loro presenza al Monte Amiata, un antico vulcano che ancora oggi fornisce il suo calore alle terre circostanti. In estate la valle e la montagna si prestano per lunghe passeggiate nei boschi e nei sentieri, mentre in autunno le tradizioni restano vive con sagre e feste dedicate alla castagna, all’uva, alle olive, giornate dense di eventi e piatti da gustare.

Photo credits: Thomas Harris

Scopri altre località