Rendez Vous CNB 2018

Quando si approda nel porto di Portoferraio, oltre ad “assaporare” la bellezza delle mura e dei poderosi bastioni del Forte Stella e del Forte Falcone che guardinghi, dominano l’antica Darsena Medicea e tutto il mare intorno, si ha la sensazione fisica di un abbraccio, caldo e protettivo, e non ci si sorprende se Horatio Nelson, grande ammiraglio britannico, affermava che «tutti gli uomini e i vascelli stanno senza preoccupazioni a Portoferraio, che per la sua ampiezza è il porto più sicuro al mondo». Tutto ciò che vive nella Darsena Medicea, dalle abitazioni che si affacciano sul lungo mare alle barche che vi attraccano, si riflette nello specchio acqueo del porto con una luminosità che offre sempre scorci suggestivi ed emozionanti, soprattutto al calar della sera. Questa cornice storica dal fascino irresistibile è stata scelta come location per l’organizzazione del raduno decennale del cantiere francese CNB (Construction Naval Bordeaux) il Rendez Vous 2018 che si è tenuto da venerdì 15 a domenica 17 giugno. Hanno preso parte all’evento, organizzato per la prima volta in Italia, 15 imbarcazioni (CNB 60, CNB 66, CNB 76 e CNB 77) che sono state ormeggiate in prossimità del Molo Gallo, destando molta curiosità e interesse per la loro straordinaria bellezza e per il design all’avanguardia. Realizzate con materiali high tech, sono barche moderne dalle linee originali, eleganti, confortevoli, veloci e manovrabili.

Il Rendez Vous 2018 è stato promosso dalla Oceanis Yachts, che da quest’anno commercializza il brand in Italia, e curato dall’organizzatrice di eventi Rossella Celebrini alla quale è stata affidata la gestione dell’intero evento, reso possibile anche grazie alla collaborazione del Comune di Portoferraio e della Cosimo de’ Medici. L’appuntamento annuale ha avuto inizio il venerdì sera con un aperitivo di benvenuto organizzato presso il Museo Archeologico della Linguella il cui cortile interno è stato destinato ai buffet del food e del beverage, curati dall’Hotel Hermitage, mentre le zone circostanti, una antistante gli scavi romani e la Torre del Martello, e una antistante il mare, adibite a zone relax. La domenica sera, sempre presso il Museo Archeologico della Linguella si è tenuto un elegante cocktail in occasione del quale si è svolta la premiazione della regata (organizzata nei giorni di sabato e domenica) il cui buon esito è stato assicurato da due giorni di sole e da un vento favorevole, determinanti per il divertimento degli equipaggi e per il successo dell’evento. Dopo il saluto e i ringraziamenti agli equipaggi è stato assegnato un premio speciale al famoso yacht Architect Philippe Briand, timoniere d’eccezione durante le regate. Partner dell’evento anche Thienot, Volvo, Incidence, North Sails e Hotel Hermitage. La collaborazione della Capitaneria di Porto e della Lega Navale è stata preziosa per l’organizzazione della regata. Non poteva mancare una gala dinner napoleonico che rendesse omaggio alla CNB e all’Empereur français. Nel cuore di Portoferraio, nella suggestiva cornice del Piazzale della De Laugier, adiacente alla Salita Napoleone che conduce alla Villa dei Mulini, il sabato sera, in un’atmosfera che riconduceva ai fasti napoleonici, gli equipaggi e lo staff della CNB hanno potuto assaporare un’atmosfera di altri tempi con un allestimento studiato ad hoc per l’occasione e con la presenza della Petite Armée (associazione elbana che organizza rievocazioni napoleoniche).

La serata è stata allietata dalla voce di Cristina Cioni, figlia del grande tenore elbano Renato Cioni, accompagnata da affermati musicisti. Al termine della cena è stato proiettato il video ufficiale della CNB sull’antica facciata della Caserma De Laugier. Contemporaneamente alla sua conclusione, nel cielo stellato dell’antica Cosmopoli si sono improvvisamente “alzati” i fuochi d’artificio che hanno irradiato di luce e di colore il paese. I 3 giorni di eventi sono stati curati nel minimo dettaglio, dagli aspetti organizzativi e logistici a quelli degli allestimenti delle location storiche, con grande apprezzamento dei partecipanti e dei manager i quali, conclusa la serata, hanno percorso la scalinata in pietra rosa tutta illuminata da facciole come il Piazzale De Laugier. Hanno percorso alcuni degli angoli nascosti di Portoferraio e poi raggiunto le loro imbarcazioni attraccate nell’antica Darsena Medicea che “da la sensazione fisica di un abbraccio, caldo e protettivo”. Non a caso, come sosteneva l’ammiraglio britannico Horatio Nelson, «è il porto più sicuro del mondo».